Innovazione e tecnologie smart

Valore economico


74 mila


e oltre contatori smart installati al 2020

82 mila


punti luce led installati per illuminazione pubblica al 2020

130 mila


utenze che hanno attivato la bolletta online


POLITICHE ADOTTATE
DAL GRUPPO

Promozione di una strategia di crescita improntata sull'innovazione digitale, in modo da anticipare i nuovi trend ed essere competitivi sul mercato, valorizzando e rafforzando il proprio servizio e il legame con clienti e utenti. Sviluppo di tecnologie smart e progetti di digitalizzazione, tra cui infrastrutture e iniziative per il potenziamento della connettività delle reti, risparmio energetico attraverso l'illuminazione sostenibile (LED), ampliamento delle smart grid e gestione dei big data


PIANO SOSTENIBILITÀ

Migliorare il sistema informativo delle reti e implementare servizi Smart nei territori serviti

_Risultati ottenuti

Contatori smart installati

Punti luce installati

Utenti che hanno attivato la bolletta online


MM si impegna a fare della sicurezza nei luoghi di lavoro un elemento imprescindibile nello svolgimento delle attività aziendali, aggiornando e migliorando sistematicamente gli strumenti per minimizzare il rischio di incidenti o di infortunio, anche tramite il costante monitoraggio delle attività e una puntuale valutazione dei rischi.

Come previsto dalla legge, MM ha designato e formato il proprio personale, predisponendo apposite deleghe per dirigenti e direttori, e descritto nel dettaglio i principali rischi derivanti dalle attività aziendali all’interno del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

_Cosa facciamo

Obiettivo

Rinnovare l’illuminazione pubblica, fornendo un servizio più smart e più efficiente.


Attività

Il Gruppo ha installato e gestisce diversi punti di illuminazione pubblica, superando la gestione tradizionale del servizio di illuminazione e introducendo sistemi di intelligenza artificiale e telecontrollo, così da ridurre i consumi, le spese e limitare l’inquinamento luminoso nelle città.
L’utilizzo di nuove tecnologie a LED permette di sostituire i punti luce del territorio con pali della luce moderni, interconnessi e dotati di sensori per i servizi di rilevazione e monitoraggio. Questa tecnologia permette di sviluppare sistemi tecnologici innovativi nel campo dei servizi pubblici e, grazie all’interconnessione con altri servizi, permette di rendere le città delle vere e proprie smart city.


Risultati

82.000

punti luce LED installati al 2020

Obiettivo

Aumentare efficacia, tempestività e personalizzazione dell’assistenza ad anziani e caregiver tramite soluzioni smart come smartwatch e sensori ambientali.


Attività

Il progetto sperimentale, in fase di avvio, consiste nell’utilizzo di smartwatch e sensori ambientali per la rilevazione automatica di cadute, la localizzazione degli ospiti all’interno delle strutture, l’idratazione e l’utilizzo dei servizi igienici, l’analisi dei flussi di movimento e l’individuazione dei punti di aggregazione. In questo modo sarà possibile intervenire tempestivamente in caso di necessità o di pericolo.
La soluzione scelta da Acsm Agam è Kibi, l’assistente digitale che aiuta longevi e caregiver a gestire la loro quotidianità, tramite un’assistenza personalizzata, mirata e proattiva grazie ai dati e alle allerte monitorabili tramite una comoda dashboard. Tutto ciò è possibile grazie al sistema AI/IoT brevettato da Teseo. Una prima sperimentazione del sistema Kibi è in fase di avvio presso la struttura IRAM di Lecco.
La sperimentazione del sistema Kibi, per la localizzazione di anziani affetti da Alzheimer, coinvolge la struttura IRAM di Lecco ed è finalizzata a:

  • valutare l’utilizzo di Kibi in struttura
  • valutare il gradimento del sistema da parte del management e OSS e dei pazienti
  • validare il modello di business
  • raccogliere feedback

Risultati

Installato

l’hardware necessario per la sperimentazione

Avviata

la sperimentazione

Obiettivo

Gestire in modo smart sistemi per la sosta, ZTL, mobilità e infrazioni, monitoraggio dei flussi dei mezzi e del traffico, gestione attiva dei semafori.


Attività

Il Gruppo ha sviluppato soluzioni di Smart parking che permettono di monitorare lo stato delle aree di parcheggio urbane, utilizzando avanzati sensori ad hoc che forniscono alle app di parcheggio informazioni in tempo reale sulla sosta e sugli spazi liberi più vicini.
Attraverso le app è possibile effettuare direttamente il pagamento del posteggio e prorogarlo senza doversi recare fisicamente al veicolo.
Questi dati, inoltre, forniscono informazioni ai comuni sullo stato di occupazione dei parcheggi, le relative scadenze e le aree di utilizzo.


Creazione di valore economico sostenibile

Valore economico


388 mln €


i ricavi

397 mln €


il valore economico generato

84%


il valore economico redistribuito sul totale generato


POLITICHE ADOTTATE
DAL GRUPPO

Promozione di iniziative che contribuiscano alla ridistribuzione del valore economico generato agli Stakeholder del Gruppo e sui territori di riferimento. Valorizzazione dei rapporti con la comunità, al fine di stimolare l'attrazione di nuovi investitori e generare benefici in termini di impatti economici indiretti, creazione di lavoro e investimenti sul territorio


PIANO SOSTENIBILITÀ

Aumentare il valore redistribuito ai dipendenti tramite un’offerta dedicata per l’utilizzo dei servizi del Gruppo

_Risultati ottenuti

Ricavi

Valore economico generato

Percentuale valore economico redistribuito sul totale generato

Ore di formazione per qualifica professionale DONNE


MM si impegna a fare della sicurezza nei luoghi di lavoro un elemento imprescindibile nello svolgimento delle attività aziendali, aggiornando e migliorando sistematicamente gli strumenti per minimizzare il rischio di incidenti o di infortunio, anche tramite il costante monitoraggio delle attività e una puntuale valutazione dei rischi.

Come previsto dalla legge, MM ha designato e formato il proprio personale, predisponendo apposite deleghe per dirigenti e direttori, e descritto nel dettaglio i principali rischi derivanti dalle attività aziendali all’interno del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

_Cosa facciamo

L’attuale presenza su gran parte del nord Italia, i rapporti con i principali Business Partner del settore e la capacità di offrire servizi integrati, hanno consentito al Gruppo – fin dall’avvio del processo di aggregazione – di intraprendere e sviluppare la propria strategia di crescita, portando a raggiungere per il 2020 ricavi pari a 388 milioni di euro.

Dati economico-finanziari (mln €) 2019 2020
Ricavi 416 388
EBITDA 72 76
Risultato netto 19 18
Capitale investito netto 609 638
Patrimonio netto 487 490
Posizione finanziaria netta 121 148

Obiettivo

Produrre valore, contribuendo con la propria attività alla crescita economica del contesto sociale e ambientale in cui opera quotidianamente.

Attività

Acsm Agam produce valore contribuendo con la propria attività alla crescita economica del contesto sociale e ambientale in cui opera quotidianamente. Tale valore può essere misurato a partire dai dati di bilancio, tramite l’analisi del valore prodotto e distribuito nel corso dell’anno agli stakeholder di riferimento.

Nel 2020, il valore economico direttamente generato da Acsm Agam è pari a 397,14 milioni di euro. Di questo, l’84% è stato redistribuito agli stakeholder e il 16% trattenuto e reinvestito nel Gruppo.

Conto economico (mln €) 2019 2020
Valore economico diretto generato  430,75 397,14
Ricavi  405,90 367,64
Altri proventi  24,18 29,50
Proventi finanziari  0,67
Valore economico distribuito  369,87 333,02
Costi operativi  302,78 266,91
Materie prime, sussidiarie, di consumo e merci  199,12 148,51
Costi per servizi e per godimento di beni di terzi  100,59 115,39
Altri costi operativi  3,07 3,02
Valore distribuito ai dipendenti  55,11 53,32
Costi del personale  55,11 53,32
Valore distribuito ai fornitori di capitale  0,41 0,34
Oneri finanziari 0,41 0,34
Valore distribuito alla P.A.  11,57 12,45
Imposte correnti (imposte sul reddito)  10,31 11,09
Altri costi operativi (Imposte e tasse indirette)  1,27 1,36
Valore economico trattenuto  61,23 64,13
Utile dell’esercizio  18,79 18,28
Ammortamenti e svalutazioni  43,06 49,34
Imposte differite (o anticipate)  -1,10 -5,02
Altri costi operativi (accantonamenti per rischi e oneri)  0,48 1,52

Risultati

397,14 mln €

il valore economico prodotto

84%

il valore redistribuito agli stakeholder

16%

il valore trattenuto e reinvestito nel Gruppo

Il percorso di crescita del Gruppo ha permesso di generare diversi benefici economici, da quelli diretti – valore economico generato e distribuito – a quelli indiretti per associazioni e Enti terzi a cui il Gruppo contribuisce tramite donazioni e liberalità. Tali benefici sono ripartiti tra le principali categorie di stakeholder con i quali il Gruppo interagisce.
Nel 2020, il Valore Aggiunto generato da Acsm Agam (calcolato secondo la metodologia del GBS) e distribuito agli stakeholder è stato pari a circa € 395,4 milioni, così ripartito:

  • remunerazione delle risorse umane pari a circa € 54,5 milioni, rappresentata in larga parte dai salari e dagli stipendi del personale del Gruppo;
  • remunerazione del capitale di rischio pari a circa € 16,4 milioni, attribuibili principalmente alla distribuzione degli utili;
  • remunerazione del capitale di credito, pari a circa € 0,9 milioni;
  • remunerazione della Pubblica Amministrazione, sotto forma di imposte, pari a circa € 10,8 milioni;
  • remunerazione dell’azienda pari a circa € 310,2 milioni;
  • donazioni liberali, sponsorizzazioni e contributi in favore della comunità, pari a circa € 2,5 milioni.
Distribuzione del valore aggiunto globale lordo (mln €) 2019 2020
Remunerazione del personale 55,11 54,52
Salari e stipendi 48,41 48,26
TFR 2,29 2,23
Altri costi 4,41 4,02
Remunerazione del capitale di rischio 14,70 16,41
Utili distribuiti 14,48 16,07
Risultato netto di pertinenza di terzi 0,22 0,34
Remunerazione del capitale di credito 0,65 0,93
Trasferimenti alla Pubblica Amministrazione 9,17 10,83
Imposte dirette destinate allo Stato 8,52 10,43
Altre Imposte e tasse destinate allo stato 0,61 0,36
Oneri Sociali 0,04 0,04
Trasferimenti a favore della comunità locale 3,20 2,47
Imposte dirette destinate agli enti locali 1,79 0,66
Tasse e imposte locali 0,66 1,00
Sponsorizzazioni, Contributi a Fondazioni, aiuti, liberalità e beneficienza 0,75 0,81
Remunerazione della azienda 301,44 310,22
Riserve 262,91 265,78
Ammortamenti 38,52 44,44
Valore aggiunto globale lordo 384,27 395,38

Tra le ricadute positive generate da Acsm Agam nei territori di riferimento sono ricomprese anche le sponsorizzazioni e le liberalità. In questa prospettiva, l’impegno del Gruppo per promuovere la cultura, lo sport, le attività sociali e ambientali diventa motore sia per veicolare contenuti di alto profilo sia per renderli fruibili e accessibili a tutti.

Sul piano delle partnership territoriali, il Gruppo ha continuato anche nel 2020 a premiare iniziative di rilievo, in quanto prendersi cura del territorio significa individuare e valorizzare le iniziative capaci di stimolare una crescita socio-culturale, utile a un miglioramento complessivo della qualità della vita delle persone.

395,38 mln €

il valore aggiunto generato nel 2020

810 mila €

e oltre erogati sotto forma di sponsorizzazioni e contribuiti liberali a favore delle categorie sociali più deboli a sostegno ai territori serviti.

Il Gruppo Acsm Agam, gestisce l’applicazione della normativa tributaria attraverso un apposito presidio interno rappresentato dall’ufficio Tributario, nell’ambito dell’area Amministrazione, Finanza e Controllo (AFC), oltre ad avvalersi di consulenti specialistici esterni per la verifica del corretto adempimento degli obblighi fiscali. L’ufficio persegue il monitoraggio della normativa, definisce scadenzari e calendari dei principali adempimenti, effettua i calcoli delle imposte delle Società del Gruppo, oggetto di revisione da parte dei consulenti esterni che si occupano anche della predisposizione ed invio delle relative dichiarazioni dei redditi verso l’erario.
Questo processo si svolge nella consapevolezza che una corretta gestione fiscale è fondamentale nei rapporti che il Gruppo ha con i propri stakeholder, sia a livello di comunità che a livello nazionale, ed è fondamentale per continuare ad assicurare quell’etica e integrità di business che insieme alla trasparenza è tra i valori cardine di Acsm Agam.


Condotta etica del business

Valore economico


89%


gli audit eseguiti su totale di quelli definiti nel Piano

4


segnalazioni whistleblowing processate


POLITICHE ADOTTATE
DAL GRUPPO

Condurre l’azienda in modo etico e trasparente nelle attività di business attraverso l'adozione di pratiche rivolte alla conformità a leggi e regolamenti in materia socioeconomica e ambientale, politiche per la lotta alla corruzione attiva e passiva, adozione di comportamenti conformi alle leggi antitrust, promozione di appositi meccanismi e procedure di segnalazione delle irregolarità e dei comportamenti illeciti (ad es. whistleblowing). Adottare piani e strategie di sostenibilità e introdurre elementi ESG (Environmental, Social, Governance) nella strategia aziendale


PIANO SOSTENIBILITÀ

Promuovere la conoscenza del codice etico e del modello organizzativo tra tutto il personale, tramite un continuo aggiornamento formativo

_Risultati ottenuti

Segnalazioni di whistleblowing processate

Percentuale audit eseguiti su totale di quelli definiti nel Piano


MM si impegna a fare della sicurezza nei luoghi di lavoro un elemento imprescindibile nello svolgimento delle attività aziendali, aggiornando e migliorando sistematicamente gli strumenti per minimizzare il rischio di incidenti o di infortunio, anche tramite il costante monitoraggio delle attività e una puntuale valutazione dei rischi.

Come previsto dalla legge, MM ha designato e formato il proprio personale, predisponendo apposite deleghe per dirigenti e direttori, e descritto nel dettaglio i principali rischi derivanti dalle attività aziendali all’interno del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

_Cosa facciamo

Obiettivo

Consolidare il modello organizzativo e assicurare una gestione orientata ai principi dell’etica e della trasparenza.


Attività

Tutte le società del Gruppo hanno adottato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.lgs. 231/2001 (MOG) e sono monitorate rispetto ai rischi legati alla corruzione. In coerenza con quanto riportato nel Codice Etico aziendale, il Gruppo non ammette pratiche di corruzione attiva o passiva o comportamenti collusivi di qualsiasi natura e forma.
Attraverso l’adozione del Modello di Organizzazione il Gruppo ha inteso attuare in azienda i principi di corretta gestione e prevenzione per garantire la massima trasparenza e il rispetto dei principi etici largamente condivisi, ma anche di principi di economicità, corretta gestione e prevenzione penale.
L’obiettivo è la realizzazione di un sistema di organizzazione, controllo e gestione in grado di definire e prevedere le condotte penalmente rilevanti in misura tale da consentire il perseguimento dell’interesse della Società in ogni sua parte, in conformità ai principi di eticità gestionale, di buona prassi amministrativa, nonché ai precetti di rilievo penale.
Ad integrazione degli strumenti di controllo previsti nell’ambito del citato decreto, tutte le Società del Gruppo si sono dotate di un Codice Etico.


Risultati

Zero

episodi di corruzione e cause pendenti relative ad episodi di corruzione

Obiettivo

Costruire i presupposti per favorire una gestione e comportamenti sempre più rispettosi e socialmente responsabili, al fine di instaurare e consolidare un patto di fiducia tra il Gruppo e comunità e territori nei quali opera.


Attività

Tutte le società del Gruppo Acsm Agam hanno adottato il Codice Etico quale documento che definisce l’insieme di valori di etica aziendale che la Società riconosce, accetta e condivide.
Il Codice Etico ha lo scopo di creare i presupposti per un atteggiamento sempre più rispettoso e socialmente responsabile, atto a instaurare un patto di fiducia tra il Gruppo e il contesto in cui opera.
Il documento è stato redatto richiamandosi ai principi di legalità, responsabilità, trasparenza, integrità, lealtà, correttezza, efficienza, spirito di servizio, valorizzazione e collaborazione professionale, nei quali il Gruppo Acsm Agam si riconosce e ai quali ispira l’orientamento etico a fondamento della propria attività imprenditoriale.
Tramite il Codice Etico, Acsm Agam si impegna ad operare nella consapevolezza che il Gruppo ha bandito qualsiasi pratica di corruzione, favori illegittimi, comportamenti collusivi, sollecitazioni di vantaggi, corresponsione di benefici materiali e immateriali, nonché altri vantaggi finalizzati ad influenzare o compensare rappresentanti di istituzioni, o loro parenti, e dipendenti del Gruppo.


Risultati

Aggiornato

il Codice Etico a Gennaio 2020

Obiettivo

Garantire qualità e sicurezza in tutte le società del Gruppo, anche grazie al rinforzo dei sistemi di gestione e di controllo certificati.


Attività

Nel 2019, si è svolta la gara per l’attività di certificazione, attestazione, registrazione dei sistemi di gestione per il triennio 2020-2022.
A inizio 2020 con la fusione per incorporazione di Lario Reti Gas in Acsm Agam Reti Gas Acqua, e il cambio di denominazione in “Lereti S.p.A.”, si è provveduto inoltre al trasferimento dei certificati e, a seguito di audit, sono state mantenute sia la certificazione ISO 9001:2015, sia la certificazione OHSAS 18001:2007.
Nel corso del 2020 sono stati svolti gli audit di mantenimento, rinnovo o di nuova certificazione da parte degli Enti preposti. Relativamente ai sistemi di gestione della salute e sicurezza dei lavoratori, sono stati effettuati gli audit per il passaggio alla nuova norma ISO 45001:2018, con l’esclusione di Lereti che effettuerà il passaggio nel 2021.
Il termovalorizzatore di Como, oltre ad essere dotato di un sistema di gestione integrato qualità ambiente e sicurezza, possiede anche la registrazione EMAS ad ulteriore garanzia della prestazione ambientale dell’impianto.


Risultati

5

società del Gruppo dotate di un sistema di gestione integrato

1

società dotata di un sistema di gestione certificato della Qualità ISO 9001:2015

Obiettivo

Consentire, tramite un adeguato processo di identificazione, misurazione, gestione e monitoraggio dei principali rischi aziendali, una conduzione di impresa sana, corretta e coerente con gli obiettivi prefissati.


Attività

Il Gruppo ha implementato un Sistema di Controllo Interno, costituito dall’insieme delle regole, procedure e strutture organizzative volte a consentire – attraverso un adeguato processo di identificazione, misurazione, gestione e monitoraggio dei principali rischi aziendali – una conduzione di impresa sana, corretta e coerente con gli obiettivi prefissati.
Il Consiglio di Amministrazione è responsabile del Sistema di Controllo Interno, mentre la responsabilità del suo buon funzionamento è riferita a tutti i destinatari delle Linee Guida nell’ambito delle funzioni svolte. Il modello organizzativo della Società prevede la figura del Risk Officer in capo all’Amministratore Delegato, con le responsabilità funzionali di rilevazione, gestione e mitigazione dei principali rischi aziendali.
Nello svolgimento della propria attività il Gruppo si trova esposto a diversi rischi sia di origine finanziaria che normativo-regolatoria, ulteriori informazioni riguardanti i principali rischi identificati dal Gruppo sono riportati all’interno della Relazione sulla Gestione, disponibile sul sito.
Il Gruppo, presenta nella struttura del Chief Risk Officer la funzione di Risk Manager, che ha la finalità di supportare l’Amministratore Delegato per quanto attiene all’Energy Risk Management e all’Enterprise Risk Management (ERM). Tali attività concorrono alla definizione del profilo dell’azienda e quindi delle strategie aziendali.

Obiettivo

Supportare le decisioni aziendali tramite un’approfondita valutazione dei principali rischi e opportunità del Gruppo, anche in ambito di sostenibilità.


Attività

Acsm Agam ha sviluppato un modello di analisi dei rischi che tiene conto delle caratteristiche del Gruppo, della sua vocazione multi-business e del settore di appartenenza. Tale modello è soggetto a un periodico aggiornamento in relazione all’evoluzione dell’azienda e al contesto di riferimento, tramite un processo di Risk Assessment che, attraverso il coinvolgimento di tutte le strutture aziendali, permette di determinare i rischi maggiormente rilevanti, i relativi presidi e piani di mitigazione. Gli scenari di rischio sono valutati con riferimento non solo agli impatti economico-finanziari ma anche a quelli reputazionali.
La metodologia adottata è modulare e fa leva sull’affinamento delle esperienze e dei metodi di analisi utilizzati: da un lato mira ad evolvere l’assessment dei rischi, con riferimento al consolidamento delle azioni di mitigazione volto a rafforzare i presidi, dall’altro a sviluppare ed integrare nei processi aziendali le attività di gestione dei rischi.
Le principali tipologie di rischio fanno riferimento alla natura e alla diversificazione delle unità di business, al piano di crescita del Gruppo, agli obiettivi strategici, ai cambiamenti normativi e regolatori, allo scenario energetico, al contesto economico e socio-ambientale, alla continuità di business, alle variazioni climatiche e all’information technology, nonché alle aspettative delle parti interessate, caratterizzate da una sempre crescente sensibilità verso i temi legati alla sostenibilità ambientale e sociale.
Lo sviluppo del processo ERM ha visto nel corso del 2020 una progressiva integrazione dei rischi non finanziari, legati alle principali tematiche di sostenibilità, all’interno della mappatura. L’obiettivo è quello di identificare e valutare i rischi di sostenibilità, con particolare riferimento a quelli riconducibili ai temi espressamente richiamati dal D.lgs. 254/2016, al fine di ridurli e definirne le eventuali modalità di gestione.
In tale contesto, è stata avviata un’attività volta a favorire una progressiva integrazione tra le analisi ERM e le analisi in ambito Sostenibilità. Il primo esito di tale attività è stato volto a rilevare la copertura delle tematiche materiali di Sostenibilità negli scenari di rischio identificati dal Risk Assessment 2020.
Attraverso un’analisi dei principali rischi e opportunità legati al settore delle multi-utility, è stato possibile individuare alcune aree di rischio connesse al cambiamento climatico, tra cui: costi delle emissioni, nuove regolamentazioni su prodotti e servizi ed eventi naturali cronici e acuti. Allo stesso tempo lo sviluppo di soluzioni low-emission, l’efficientamento dei processi produttivi e l’accesso a nuovi mercati, si sono evidenziate come le principali opportunità in relazione al cambiamento climatico.


Risultati

94% circa

le tematiche materiali per la sostenibilità di Acsm Agam collegate a uno o più rischi individuati in ambito ERM


Privacy dei dati e delle informazioni

Privacy dei dati e delle informazioni


0


controversie su violazioni della privacy
o perdite di dati dei clienti

79%


l’avanzamento al 31/12/2020 del piano di miglioramento aziendale, in linea con le richieste previste dalla ISO 27001


POLITICHE ADOTTATE
DAL GRUPPO

Pratiche e politiche volte alla salvaguardia dei dati e delle informazioni sensibili fornite dai diversi interlocutori del Gruppo - fornitori, dipendenti, clienti – in conformità con leggi e regolamenti sulla privacy e sulla cybersecurity


PIANO SOSTENIBILITÀ

Adottare meccanismi di difesa e protezione da attacchi virali

Ore medie di formazione per qualifica professionale UOMINI


MM si impegna a fare della sicurezza nei luoghi di lavoro un elemento imprescindibile nello svolgimento delle attività aziendali, aggiornando e migliorando sistematicamente gli strumenti per minimizzare il rischio di incidenti o di infortunio, anche tramite il costante monitoraggio delle attività e una puntuale valutazione dei rischi.

Come previsto dalla legge, MM ha designato e formato il proprio personale, predisponendo apposite deleghe per dirigenti e direttori, e descritto nel dettaglio i principali rischi derivanti dalle attività aziendali all’interno del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

_Cosa facciamo

Obiettivo

Garantire la sicurezza del trattamento dei dati rispetto ai dipendenti, ai clienti, ai fornitori e ai business partner.


Attività

A valle dell’entrata in vigore del Regolamento UE 2016/679, è stato adottato un Modello Organizzativo e un sistema di gestione e controllo dei dati quale efficace strumento nell’attività di protezione dei dati personali, nella loro valorizzazione e nella tutela dell’intero del patrimonio informativo, che comprende anche un servizio di monitoraggio di sicurezza e di gestione degli incidenti.
Tale Modello, sistema e servizi vengono costantemente monitorati e implementati dalle strutture aziendali competenti.
Tramite tale sistema, relativamente all’anno 2020, come per gli altri anni, il Gruppo non ha avuto notifiche di sanzioni, non ha registrato eventi di “data breach” da processare e ha gestito una serie non significativa di richieste di esercizio dei diritti da parte degli interessati, risoltesi nei tempi previsti dal Regolamento.


Risultati

Zero

notifiche di sanzioni

Zero

eventi di data breach

100%

delle richieste di esercizio dei diritti da parte degli interessati risolte entro i tempi previsti da regolamento

Obiettivo

Garantire la formazione e la sensibilizzazione dei dipendenti sulle tematiche di Cybersecurity e sui rischi Cyber.


Attività

In Acsm Agam è stata istituita una specifica funzione (security ICT) dedicata alla gestione degli aspetti collegati alla sicurezza informatica e compliance IT.

Viene effettuato un periodico adeguamento infrastruttura HW/SW per applicare le best practice e, in base ad un piano aziendale di formazione e awarness in tema di Cybersecurity, sono erogati i corsi di formazione ai dipendenti provvisti di dotazioni informatiche (sia in modalità e-learning sia con l’ausilio di pillole formative) e vengono eseguiti dei test di phishing via mail per educare i colleghi ai rischi.


Risultati

724

ore di formazione su tematiche Cybersecurity – al 31/12/2020


Gestione della catena di fornitura

GESTIONE DELLA CATENA DI FORNITURA


132 mln €


il valore dell’ordinato

2.500


ordini per forniture

75%


le forniture sul territorio lombardo


POLITICHE ADOTTATE
DAL GRUPPO

Gestire in modo responsabile della catena di fornitura, attraverso l'adozione di procedure e politiche di selezione di fornitori, appaltatori e partner commerciali che valorizzino operatori attenti alle tematiche di sostenibilità sociale e ambientale


PIANO SOSTENIBILITÀ

Sviluppare politiche di Green Procurement e diffondere la cultura della salute e sicurezza sul lavoro presso contractors e altri fornitori

_Risultati ottenuti

Valore ordinato (Mln €)

Numero ordini

Forniture sul territorio lombardo (%)


MM si impegna a fare della sicurezza nei luoghi di lavoro un elemento imprescindibile nello svolgimento delle attività aziendali, aggiornando e migliorando sistematicamente gli strumenti per minimizzare il rischio di incidenti o di infortunio, anche tramite il costante monitoraggio delle attività e una puntuale valutazione dei rischi.

Come previsto dalla legge, MM ha designato e formato il proprio personale, predisponendo apposite deleghe per dirigenti e direttori, e descritto nel dettaglio i principali rischi derivanti dalle attività aziendali all’interno del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

_Cosa facciamo

Le modalità di selezione dei fornitori sono regolate da principi comuni a tutto il Gruppo. La capogruppo Acsm Agam S.p.A ha il ruolo di holding e si occupa dell’attività di approvvigionamento in appalti di lavori, forniture e servizi.
La scelta del fornitore e l’acquisto di beni e servizi (anche lavori) avvengono nel rispetto dei principi di trasparenza, di concorrenza, di parità di trattamento delle offerte e sulla base di valutazioni obiettive – in merito alla competitività, alla qualità, all’utilità e al prezzo della fornitura – e della rotazione. Ciascuna procedura di selezione deve essere gestita nel rispetto delle più ampie condizioni di concorrenza ed ogni eventuale deroga a tale principio deve essere autorizzata e motivata e comunque compatibile con la normativa vigente.

Il Gruppo adotta un Albo dei Fornitori i cui criteri di qualificazione non costituiscono barriere all’entrata. I rapporti con i fornitori si svolgono previa iscrizione degli stessi nell’Albo – tenuto dalla Capogruppo e gestito da un apposito ufficio – che ha la funzione di mantenere i rapporti con i fornitori, nonché di effettuare le verifiche preventive all’assegnazione relativamente all’insussistenza di cause ostative all’intrattenimento di rapporti con gli stessi.

I fornitori delle società del Gruppo sono tendenzialmente e maggioritariamente di provenienza regionale, anche in considerazione delle attività rese dalle società.
Al termine del 2020 sono stati emessi più di 2.500 ordini per forniture, servizi o lavori da parte del Gruppo, per un importo complessivo di oltre 130 milioni di euro. Di tali ordini, quasi la totalità è relativa a fornitori italiani, di cui circa il 75% con sede sociale in Lombardia, confermando così l’impegno del Gruppo nello sviluppo delle principali regioni in cui opera. Inoltre, si segnala che i fornitori attivati con almeno un ordine al 31.12.2020, sono stati 855, tutti presenti nell’albo fornitori del Gruppo.

Obiettivo

Unificare e rendere coerenti per tutte le società del Gruppo le logiche gestionali e operative relative alla catena di fornitura.


Attività

La decisione di cambiare il proprio Portale Fornitori ha rappresentato l’opportunità per ripensare e omogeneizzare contestualmente tra le diverse Società anche i processi operativi, le dimensioni di analisi, i sistemi di reporting e i sistemi informativi.
I cambiamenti hanno riguardato: il portale del sito internet, l’Albo Fornitori, una piattaforma online per la loro gestione della qualifica e la valutazione.
Il sistema gestisce un paniere di fornitori organizzati per classi merceologiche, che, se ritenuti idonei, possono collaborare con il Gruppo. Ogni istanza viene verificata e, se ritenuta idonea, il fornitore può essere invitato nell’area acquisti a partecipare alle gare/trattative/affidamenti diretti.


Risultati

Go-live

della piattaforma ad Aprile 2021

Integrazione

con SAP e Infoprovider a luglio 2021